8.3.11

Collasso in corso, pregasi non disturbare


Si impenna esponenzialmente la curva del costo del gasolio... E' il primo indicatore di "andiamo contro il muro" per gli statunitensi. Dal 2005, anno del picco di produzione del petrolio, il prezzo è "impazzito". Prima era un mondo petrolitico lineare, che sembrava letteralmente eterno. Son fiorite aziende ed aziendine, chiunque ha potuto fare la vacanzina in aereo, costruito la casetta con piscina e pratino diserbato e demuschiato. Trilioni di metri cubi di acqua potabile sono finiti in status symbol. Trilioni di metri cubi di gas hanno riscaldato ville sconsiderate costruite in pochi mesi in cui tra gli wow e gli yeah, si consumavano gli ultimi sovrappiù naturali di un pianeta collassato. Trilioni di litri di carburante hanno fatto andare i James e le Joanna in weekend da 1000 miglia, verso Sud d'estate o verso Nord d'inverno, giusto per cambiare lo status di Facebook, fare wow sugli sci acquatici o wow sugli sci nordici.
Ma di nuovo, in questi mesi, il sogno diventa incubo. Innanzitutto per i cugini americani. Se continua l'andazzo di alti e bassi drastici, non son 50 gli anni petroliferi che gli/ci restano ancora, ma 'manco 5. Dal '98 il greggio è aumentato del 1150%.

Voglio dire che poi la mobilità privata sarà solo con guardie armate, per ambulanze, polizia, poco altro. Era previsto negli scenarii peggiori, che ovviamente sono quelli meno popolari. Ma il mondo raramente è andato nella direzione preferita dagli ottimisti. Almeno, nei libri di storia c'è ben altro che la cronaca del Migliore dei Mondi Possibili.
Dimenticavo: per i corrotti e corruttori che potranno pagare mila e mila Euro per farsi proteggere fisicamente 24 ore su 24, la mobilità privata forse esisterà davvero per altri cinquant'anni. Che poi, le guardie private e i body-guard... In tempo di pace tutto va bene, ma poi sono i primi che vengono a derubarti e massacrarti. Pace all'anima dei poveri ricchi che ne hanno bisogno!

Certo vi diranno che è la speculazione bla bla, che i musulmani bla bla, che gli ecologisti bla bla, che il progresso bla bla, che la Russia Cina Brasile India USA Iran Israele e soprattutto che l'Arabia Saudita bla bla e bla bla bla!
La realtà è che di petrolio di buona qualità, protetto da decenni da armi e dai comodi dittatori, industrialmente facile da estrarre, beh ne resta proprio pochino e se ce n'è sono coloro che ci abitano attorno che ora ne vorrebbero approfittare. I primi ad avere amare sorprese saran proprio loro: stanno scoprendo, prima di noi, che è di nuovo giunto il tempo della estrema collaborazione oppure dell'estrema violenza. Per ora pare che la seconda sia la via preferita, nulla di nuovo sotto al sole.

Per noi europei invece, mangiare o guidare è già la scelta quotidiana da qualche annetto. Ma a fine mese facciam sempre tornare i conti sulla pelle di un altro, e rilanciamo la sferetta nella roulette, da un lato speriamo arrivi un nuovo duce, una gnocca che impazzisce e ce la dà gratis e anche un po' speriamo nei finti santi, dall'altro quel che vogliamo fortemente ed italianamente è il fallimento del nostro vicino al quale ruberemo la catasta di legna, gli ori e magari pure la vanga, dopo avergli fracassato democraticamente il cranio.
_____________________________

8 commenti:

  1. "da un lato speriamo arrivi un nuovo duce, una gnocca che impazzisce e ce la dà gratis e anche un po' speriamo nei finti santi, dall'altro quel che vogliamo fortemente ed italianamente è il fallimento del nostro vicino al quale ruberemo la catasta di legna, gli ori e magari pure la vanga, dopo avergli fracassato democraticamente il cranio"

    ..questo finale al post è veramente una figata.
    A parte il mio commento inutile volevo dirti che mi piace il tuo blog ricco di analisi e informazioni.passo quasi tutti i giorni.grazie neh!ciao

    RispondiElimina
  2. mmmh, la catasta di legna in questo caso è molto preziosa :-|

    RispondiElimina
  3. C'è una variabile che non viene quasi mai considerata nel finale "il vicino mi apre la testa si fotte mia moglie ruba la legna" (la moglie l'ho aggiunta io... che te lo vedi alle prese con Noe? :) ).
    Il vicino tendenzialmente agisce solo o, al peggio, in branco (violento, aggressivo, pericoloso ma raramente organizzato).
    Dall'altra parte c'è gente che vorrebbe farsi solo gli affracci suoi e vivere tranquillamente la propria sanità mentale ma, tendenzialmente, più portati all'aggregazione ed all'organizzazione.
    Pensiero da irrazzionale ottimista? ;)

    RispondiElimina
  4. Conte di Transilvania9 marzo 2011 01:37

    Adesso bisognerebbe rileggere Kunstler e il suo " The Long Emergency" scritto alla fine del 2004... e cercare di spiegarlo alla gente che ti guarda pateticamente quando gli dici che "l'occasione da non lasciarsi sfuggire" per aver comperato una bella auto nuova a 20.000 euro invece che a 25.500 è una fesseria per i 20.000 buttati via, che potevano essere convertiti in legna, attrezzature da orto e sistemi migliori di isolamento degli infissi di casa... Ma la gente ti guarda stupita anche quando gli spieghi l'evidenza dei fatti...poi fa "reset" col cervello e ti parla del fatto che le cose "si sono sempre aggiustate" e si "aggiusteranno" anche stavolta. Chissà se lo penseranno tra una pompa di benzina esaurita ed un'altra a 2,20 euro al litro tra 6 mesi od un anno.... Continua così Medo, ti leggo sempre con piacere.

    RispondiElimina
  5. Caro Nicola, il fatto che i Borghezio ed i Bossi si siano fondati in un partito che "governa", non è forse la prova che quel che dici sulla disorganizzazione dei vicini è semplicemente falso? Anzi, è solo ottimistico.
    Come mi dispiace vedere il mondo per quel che è! Sarà che non ho figli...

    RispondiElimina
  6. No, è la dimostrazione che è vero: quelli che si aggragano non sono il "mio vicino", sarò io il loro se rimango solo! Il fatto che io non condivida l'etica e la filosofia dell'aggregato socio-politico più prossimo non può che fare di me "il cattivo". Quindi, l'ipotesi più razionale, non è "io contro il mio vicino" ma "noi contro loro". Due, tre, quattro aggregazioni in contrasto o (si spera) in relazione (il contrasto è comunque relazione).
    In realtà, io non sono un ottimista. Sono un epicureo-esistenzialista, cosa che mi permette di godere anche della cacca ;-)

    RispondiElimina
  7. Concordo sull'ultimo pensiero Nicola, ma il punto era che tu sei un epicureo-esistenzialista portato ad aggregarti e collaborare per salvare tutto il cucuzzaro, loro anche sono portati alla aggregazione e collaborazione per eliminare te e prenderti le tre cucuzze.
    Poi oh, si va avanti lo stesso. Magari tu resterai dopo le successive rese dei conti mentre 99 "vicini cattivi" su 100 moriranno l'un contro l'altro armati. Oppure non succederà proprio nulla ed in questo caso la noia ci sbranerà vivi.
    Lo scenario peggiore non è la guerra civile, ma la pace eterna nel senso del non accade null'altro che la fine quotidiana.

    RispondiElimina