6.12.12

Nostradamus si nasce

Oggi si avverano due mie profezie "facili" che avevo inserito nei commenti, me le ricordano alcuni attenti lettori, via e-mail... 
 1. In caso di vittoria del centro-sinistra, il signor Bersani ha comunicato che garantirà a Monti il superministero economico fino a novembre 2014. 
  2. Apple comincia la discesa agli inferi. Nel settore, tra sei anni, sarà rimasto solo Samsung. 

In omaggio allora un'altra profezia: alla luce dei nuovi dati l'export petrolifero della Norvegia (settimo esportatore mondiale) scomparirà totalmente entro il 2019, non "dopo il 2100" come i norvegesi annunciavano nel loro libro bianco del cazzo di neanche dieci anni fa... 
Quindi il collasso degli importatori inizierà prima, o meglio, inizia già oggi ed è concausato dall'ammanco di prodotto norvegese - tra l'altro. Quel che viviamo oggi in Europa è in piccola parte anche dovuto al tracollo totale, e irreversibile, della produzione di quel poco di energia che tiravamo fuori da fondali marini e roccia del nostro povero continente...
__________

40 commenti:

  1. Quindi il collasso degli importatori inizierà prima...

    Fai bene a ribadirlo ed a mio avviso dovresti evidenziare con un bel grassetto la parola importatori per quelli duri di comprendonio, in pratica gli illusi.

    Ma il primo illuso sono io che credo di poter svegliare quelli formattando in modo particolare una parola che descrive la categoria che li include.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi davvero risvegliare i morti?

      Elimina
    2. Decisamente no.
      Anzi sono del parere che i cadaveri ambulanti, morti di fatto anche se non di nome, debbano essere liquidati il più in fretta possibile. Prima che liquidino il pianeta e con lui pure noi che abbiamo della vita una concezione differente.

      Elimina
  2. Ohhh, che catastrofista signor Medo.
    Ma ora essi sistemeranno tutto.
    Arriverà santa crescita e tutto tornerà magicamente felice e bello come prima.
    E vissero crescendo e consumando felici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come prima quando? Se torniamo al 1939 magari non mi interessa, ma se torniamo al 23 dopo Cristo, hm perchè no?

      Elimina
  3. Ho provato a sondare in giro il pensiero della gente e mi sono accorto che molte persone non sono al corrente del problema e ci sono alcuni che anzi gli da fastidio se gli e ne parli.
    A loro piace pensare che tutto andrà bene e non vogliono pensieri per la testa!
    Preferiscono una bella illusione che una dura realtà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai scoperto l'acqua calda (senza offesa). I caproni disinformati sono tanti, ma quelli che s'arrabbiano o ti guardano come un marziano se cerchi di parlarne sono ancora di più. Io da tempo ho rinunciato a erudire sul problema certe teste di tufo. Mi resta la magrissima consolazione di immaginare le loro facce quando si accorgeranno che la favola della ripresa della crescita era, appunto, una favola.

      Elimina
    2. Stefano Montanari diceva che spesso ha reazioni rabbiose quando informa i cittadini e i paesani sulle non eccessivamente gradevoli conseguenze della bacchetta_magica_per_tonti_scancella_consumismo altrimenti spacciati come termovalorizzatori alias discariche aree per incenerimento.
      Non ne vogliono sapere mezza.

      Elimina
    3. Quando uno ti dice, o addirittura ti dimostra, che morirai prima e morirai peggio di come ti aspettavi (secondo te "legittimamente"), è logico che non ne vuoi sapere mezza. Dopo 30 anni di TV commerciale, gli italiani avranno quello che hanno meritato ampiamente, perchè quelle attese legittime erano publicità, prese per il culo, fuffa, merda controfirmata dai presentatori 70enni che sono ancora tutti là con vitalizi e pensioni d'oro...

      Elimina
    4. "Ho provato a sondare in giro il pensiero della gente"
      Cosa da non fare mai. Soprattutto di questi tempi.

      Elimina
  4. Medo, visto che hai azzeccato qualche previsione prova ad azzardarne una sull'esito delle prossime politiche. Vince l'M5S oppure va all'opposizione con numeri tali da rompere il c...o alla super ammucchiata di maggioranza? Forse questa seconda ipotesi sarebbe già una vittoria contro il sistema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vincerà chi candiderà Monti a Superministro (economia, finanze, bilancio). -Stop- Le banche prima e durante la campagna elettorale daranno l'appoggio esclusivamente a chi farà questa chiara promessa di mantenere Monti, quindi gli interessi stranieri, a guida dell'Italia. -Stop- Ricordo ai lettori che il primo prodotto finanziario mondiale per investimento netto è tuttora quello dell'assicurazione sul debito italiano ("CDS Italy"): dobbiamo stare per ancora molti anni sulla lama del coltello. Facciamo girare i titoli assicurativi sul debito di tutto il Pianeta...

      Elimina
    2. gli interessi stranieri...
      Questo è esternalizzare le responsabilità.
      Dopo 30 anni di programmazione al consumismi finto plasticato a base di publicità, prese per il culo, fuffa, merda, corruzione, lemon capitalism, furbismi, craxismo, bilanci creativi, concussioni, leggi antiprostituzione cofirmate da puttanieri, vulvocrazia, berlusconismo, evasioni fiscali, mafiosi e ladri e parassiti ad ogni livello della società (altro che sola casta) condoni edilizi, conflitti di interessi, finti ciechi, finti invalidi, finte beghe DC PCI e PiDimenoelle e PiDieLle, svendite dei beni comuni, sacco delle finanze statali, palazzinari immobiliaristi idraulici notai cavatori per la cementificazione distruzione del territorio, deficit in esplosione stellare sarebbe colpa di "interessi stranieri"?

      Tu fai la cicala e poi vai dall'usuraio a chiedergli dei prestiti consegnandogli un guinzaglio con cappio al collo?
      Sei un pezzente con le scarpe aperte e la camicia lercia e vuoi fare TAV, e 900km di strade e mille mila sprechi nefandezze saccheggiodellecassepubbliche?
      Ma l'usuraio fa quello che deve fare e se tu sei stato una cicala idiota completa a metterti nelle sue mani, fa pure bene a tirare la corda.
      Se schiatti bene perché ci sarà una cicala parassitaria in meno
      Se non schiatti almento si spera che avrai imparato la lezione.
      Altro che "interessi stranieri".
      Quando vai da una finanziaria a farti prestare dei denari per qualcosa di inutile o deleterio poi vieni a piangere da me?
      lo sai benissimo che ti spilleranno più soldi possibile. Questo è il gioco del capitalismo e vale anche anche per te_che_ti piaceva così tanto finché si sbaffava si ballava e l'orchestrina te le suonava di belle brutte e finte
      e te che volevi tanti servizi e te che volevi passare dalla ritmo alla golf e poi al mercedes 190 e te che vuoi il tuo lampione personale a 100000 lumen al m2 a spese del comune e te che pretendi che lo sgombero neve del marciapiede lo faccia il comune lo stato la cee e non muovi un dito e te che ti lamenti delle tasse e poi vuoi il nuovo parcheggio per andare in centro in auto e te che non vuoi pagare il ticket per gli antibiotici ma poi spendi 3500€ per andare alle maldive e te che ...

      W Angela!

      Elimina
    3. Chi sarebbe questa Angela?

      Elimina
    4. Indebitarsi è effettivamente una idea poco buona oggi. Costa troppo. Se può consolare, i debiti aggregati di molte nazioni europee sono enormi rispetto al nostro: quando affonderemo ci saranno anche altri affondamenti.

      Elimina
    5. UnUomo.InCammino é estremamente difficile, se non impossibile, far passare il messaggio che tra la Wanna Marchi che offre il trocgetto della felicità e quello che lo compra, il vero colpevole, perchè cretino molto prima che vittima, é quest'ultimo.

      Troppo scomodo guardarsi allo specchio e dire: IO sono un pirla.

      Più facile dar la colpa alla Wanda od ad Angela Merkel.


      @Medo
      Ora sai chi é Angela. :-)

      Elimina
    6. Allora, ancora una volta si arriva alla filosofia. Esopo scrisse de La cicala e la formica ca. 2600 anni fa e non è cambiata una cippa.
      Homo Stupidus era ora è Homo Stupidus con in mano iPhone e quantità spropositate di energia per distruggere la biosfera, come giustamente osservava Paolo Lambardi.

      Chi è più "cattivo"? Il ladro o il ricettatore?
      Questa società moralista (che è pure manichea, visto che le pseudo religioni del grande libro per definizione hanno questa visione sciocca del bene da una parte e del male brutto cattivo cacca diavolo dall'altra) stupidamente affermano cantando gregariamente: il laaaadro è il bruuutto cattivoooo!! Dagli addosso al ladro.
      In effetti è molto comodo guardarsi allo specchio e dirlo ancora una volta a poi andare a comprare a 20€ la bici rubata oppure a 40€ l'autoradio rubata.
      Tanto è il ladro rumeno di rame il bruttocattivo, non il ricettatore italico rispettabile che c'ha la giacca bella di Prada e gira con il Cayenne.

      Quindi in questa ricerca del capro espiatorio è necessarissssimo dare la colpa all'euro, ai cinesi, alla finanza, a Bilderberg, alla maggioranza/ all'opposizione, ai comunisti, ai fascisti, ai tedeschi, alle banche, alla finanza, alla suocera, al marito, alle scie chimiche, al complotto complottissimi delle foche alsaziane, alla casta, alla BCE, quelli del Pidiconelle ai comunisti, quelli del Pidisenzaelle ai berluscones, agli ecologisti (quelli anzi c'hanno sempre la colpa, sempre!), al vicino di casa, agli "stranieri" (Medo, era una provocazione?) ...

      Elimina
  5. "Tutti i popoli della Terra saranno incatenati al trono d'Israele, in seguito ad un'atroce guerra mondiale in cui tre quarti delle popolazioni saranno decimate.
    Ci vorranno trecento asine per trasportare le chiavi del tesoro."
    (il Talmud)

    RispondiElimina
  6. Giusto per rallegrare l'ambiente...la traduzione del post di Turiel "El ocaso del petròleo":
    http://ugobardi.blogspot.it/2012/12/il-tramonto-del-petrolio.html#comment-form

    RispondiElimina
  7. Però medo non mi è chiara una cosetta: se vincerà chi candiderà rigor montis a super ministro, la "variabile" voto degli Italiani che peso potrebbe avere se ipotizziamo che una valanga di voti, ma proprio tanti, vada all'M5S?
    Brogli elettorali? Colpo di stato effettivo? Con quale opzione il sistema morente potrebbe annullare la volontà di tanti elettori?
    Perché non si può dire "vincerà chi candiderà Monti" se non si spiega anche come, no?

    RispondiElimina
  8. Malgrado io abbia votato M5S in Sicilia, debbo riconoscere che Grillo sta facendo molti errori che rischiano di allontanare molti potenziali elettori.

    A molti i modi di fare di Grillo, e quello che dice non gli vanno bene... il M5S ha bisogno di un nuovo "leder carismatico e competente", magari affiancato da Grillo.

    Se non arriverà questo nuovo leader e se non ci sarà un'organizzazione migliore all'interno del "partito", penso che non ce la farà.

    RispondiElimina
  9. Uno dei problemi principali deil M5S è un abbondante fideismo nella tecnologia (tecnoteismo) che, in queste condizioni dell'umanità, appartiene allo spazio dei problemi e non di certo a quello delle soluzioni.
    Cercare un leader... anche questo è un problema visto che lo spirito del movimento è che cittadini e paesani debbano essere attivi, leader di loro stessi. Il salvatore (leader) non esiste e francamente non ce n'è alcun bisogno di un nuovo leader pastore salvatore conduttore unto o primariato che sia.
    Se essi cedono e si trasformano in un partito, saranno quasi arrivati in fondo con la sega al diametro del ramo su cui sono seduti.

    Se non vanno bene i contenuti del programma non votarlo. In gestione del potere il metodo è importante, ma i contenuti politici (o antipolitici) ancora di più.
    Cmq anche a me non vanno alcune cose, specie alcune derive populiste che poca cosa sono rispetto a quelle dei partiti.
    Ma è sufficiente sbiriciare il resto della robba per rendersi conto che magari non saranno diamanti, solo quarzo ametista ma è meglio della cacca delle forze ora parlamento in parlamento e del loro ciarpame antipolitico demagogico populista.

    Non te l'ha mica ordinato il medico di votare il M5S.
    Gli italiani sono liberi di fondare forze politiche e du partecipare anche come elettori passivi.

    Anche solo l'effetto di scardinare questo sistema marcio tumorale parassitario sarebbe di un'utilità straordinaria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. UnUomo.InCammino ha detto:
      "Cmq anche a me non vanno alcune cose, specie alcune derive populiste che poca cosa sono rispetto a quelle dei partiti.
      Ma è sufficiente sbiriciare il resto della robba per rendersi conto che magari non saranno diamanti, solo quarzo ametista ma è meglio della cacca delle forze ora parlamento in parlamento e del loro ciarpame antipolitico demagogico populista."

      Concordo al 100%. Era quello che volevo dire io.

      Concordo pure con la partecipazione dei cittadini, anche se considero questo insufficiente per problemi particolarmente complessi dove c'è bisogno di studi approfonditi e soluzioni complesse che non si possono ridurre a una scelta semplice di: questo o quello.

      E comunque la presenza di un Leader è necessaria, tanto che in questo momento lo sta facendo Grillo e solo grazie a lui che si riesce a coinvolgere tante persone. Anche se ribadisco che per molte altre questioni, Grillo non è all'altezza e quindi è necessaria una persona competente e carismatica.

      Per quanto riguarda la tua opinione sulla tecnologia, invece mi trovi in netto disaccordo. La tecnologia è parte della soluzione e non del problema. Perché solo con una migliore tecnologia si possono avere attrezzature più efficienti (pannelli fotovoltaici), meno inquinamento ecc.

      Per i problemi di oggi e di domani servono idee e soluzioni innovative!

      Elimina
  10. Sei tu hai uno squililbrato, un indiduo diciamo poco consapevole delle sue azioni, gli dai in mano un bulldozer o un bazooka?
    Allora poiché gran parte degli homo ha scarsa o nulla percezione della propria impronta ecologica (riduciamo tutto, per questa discussione, all'impronta ecologica) dare in mano a questi scriteriati più tecnologia / energia non è granché. No!?

    Avevo postato questa notizia sulla
    Klebsiella pneumoniae e sull'abuso degli antibiotici.
    Ecco, il picco di efficacia degli antibiotici è stato da tempo superato
    (Medo, c'è anche l'antibiolitico agli sgoccioli e questa sarà una causa elevata di extramortalità nel collasso del sistema nella rientro alla portanza antropica apetrolitica di 1-2G homo, specie considerando il collasso del sistema sanitario e delle condizioni di vita (alimentari, mediche etc.) di gran parte della popolazione.)
    Ora, dare gli antibiotici in mano a degli imbecilli è un grave problema e questo causerà a medio lungo termine centinaia di migliaia di morti. Altro che bulldozer e bazooka.

    Non conosco il diritto penale ma se dai un'arma e la dai ad un pazzo penso che questo si configuri probabilmente come reato.
    Quindi la tecnologia ancora una volta viene data in mano ad incapaci o delinquenti, ingordi, compulsivi, consumisti, etc. E' un GRAVE problema.

    Poi se vuoi possiamo parlare anche del forte aumento di risorse naturali che ogni tecnologia induce (ad esempio per tornare al petrolitico, è noto il paradosso di Jevons).
    E in un pianeta che in pesantissimo deficit annuale di risorse naturali questa tecnofila non mi sembra una stategia particolarmente furba.

    RispondiElimina
  11. ... possiamo parlare anche del forte aumento nel consumo di risorse naturali ...

    Scusate l'errore.

    RispondiElimina
  12. ...Un saluto ancora a Medo;...Se inizia il declino energetico pur truccato degli all liquids già nel 2013, Monti o non Monti, chi lo dice che non imploda anche il meccanismo finanziario del debito ?...Dopotutto le teorie economici sono nati in epoca di combustibili fossili e la finanza speculativa forse è il tentativo di adattamento (con scompenso) ad una realtà di plateau energetico mondiale...

    RispondiElimina
  13. a me però questa dichiarazione di Bersani è completamente sfuggita...

    (come mi è sfuggita la pregnanza di quella citazione dal Talmud...)

    RispondiElimina
  14. Divertente la cascata di commenti. Comuqnue, senza sapere se si nasca o si diventi, più che nostradamus io direi savonarola...(ciao)

    RispondiElimina
  15. "E in un pianeta che in pesantissimo deficit annuale di risorse naturali questa tecnofila non mi sembra una stategia particolarmente furba."

    Non generalizziamo...

    L'unica cosa che ci separerà dal medioevo, venuta meno la frenetica circolazione di uomini e cose, sarà la circolazione delle informazioni. Il medioevo stesso è stato sconfitto in gran parte grazie alla circolazione delle informazioni, che però allora non potevano essere scisse dal mezzo, pergamena o cervello umano che fosse. QUindi far circolare informazioni voleva dire far circolare uomini e cose.
    Oggi, grazie alla tecnologia, è possibile generare e far circolare informazioni scisse dal mezzo, e sarà questo a salvarci. (in ultima analisi internet e tutto ciò che permette di accedervi, e i calcolatori elettronici di qualsiasi foggia).

    Dunque, ben venga la tecnologia, basta che non si sostanzi solo nell'ennesimo TV al plasma o Ifon 8.

    Io non capisco proprio perchè siete così di capire quali sono le cose positive di un modello economico/di sviluppo in declino, per immaginare un nuovo modello che le inglobi, lasciando fuori quelle negative e trovandovi soluzioen. No,emotivamente si preferisce demolire tutto in blocco, come se fosse macchiato di un peccato indelebile.
    La "tecnologia" adesso è un male assoluto, solo perchè gli uomini l'hanno usata male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Oggi, grazie alla tecnologia, è possibile generare e far circolare informazioni scisse dal mezzo, e sarà questo a salvarci."

      Finchè la rete elettrica tiene, ma forse questo autore non conosce il fenomeno del brown-out in atto in mezzo mondo. In India è saltata la corrente per seicento milioni di persone per una settimana poco tempo fa, in Pakistan non parliamone nemmeno. In Europa il decennio del razionamento elettrico dovrebbe essere 2020-2030, senza possibilità di ritorno ad una prosperità energetica e stabile. Aldilà del 2045 circa in nessun paese industrializzato sarà garantita a tutti ed ogni giorno la corrente elettrica, è già storia, sono problemi che è possibile calcolare già oggi, le compagnie elettriche lavorano già a piani d'emergenza , prova ne sia che il governo inglese ha stabilito leggi di emergenza energetica che partono dal 2015, non dal 2075. Senza energia elettrica non esistono le reti informatiche.

      Elimina
    2. medo, però sarebbe anche bello che ci lasciassi qualche link, in modo che tutti si possa approfondire e verificare, oltre che ad apprezzare l'affidabilità di queste fonti interessanti.

      Elimina
    3. phobos
      Io cito il saggio pensiero di Paolo Lambardi a proposito.
      Nella realtà (visto che un pensiero razionale, oggettivo, scientifico non può prescindere dalla realtà, da questa realtà, qui su questo pianeta, fino al 2012)
      energia e tecnologia sono stati utilizzati fondamentalmente in modo distruttivo, in termini biologici.
      Questa è la realtà.
      Quindi piuttosto che più potenti o efficienti bazooka e bulldozer forse sarebbe giusto tornare pure al randello e alla vanga, almeno fino a che homo, la stragrande maggioranza di homo non hanno percezione degli effetti del proprio vivere sulla navicella persa nel nulla infinito dell'universo.

      Detto questo, ricordo il pensiero di Sartre: quasi sempre le persone sanno, hanno tutte le informazioni e anche la conoscenza, ma sono in malafede.

      Le informazioni e la conoscenza sono condizioni necessarie ma assolutamente insufficienti. Ovviamente parlo dei grandi numeri. E i grandi numeri sono IL problema ora, il famoso "Elefante nella stanza" di Chefurka. Qualsiasi cosa faccia o non faccia, un elefante in una stanza è un grosso problema.

      Fatti non foste a viver come bruti,
      ma per seguir virtute e canoscenza

      Ora per non citare un'altra volta il mito del collasso di Babele stiamo alla storia meno lontana: son passati sette secoli dalla morte di Alighieri e non è cambiata una cippa.
      Questo luogo è un mostrosario, un angolo importante di diariosfera che presenta una collezione di fatti lampanti che sono la dimostrazione che l'antropocene è proprio The age of stupid.
      Gtan parte di 7G homo stupidi con un sacco di energia e di mezzi potenti.
      Tu sei tranquillo?

      Dunque il fatto di come vengano usati tecnologia, antibiotici, energia etc. dire che non è proprio un dettaglio trascurabile.

      Elimina
  16. R elettrecità stabile: ok ;edo, la mobilità privata basata sul motore a combustione interna sicuramente sarà un ricordo di qui a pochi lustri, possiamo farci poco niente, ma per quanto riguarda l' elettrcità mandando al macero 3-4 anni prima del tempo i vari servizi statali alla persona lo stato potrebbe investire in rinnovabili tipo microdighe e solare a concentrazione ed indirettamente nel fotovoltaico per garantirci almeno il 75 % di quanto consumiamo ora di qui a 10 anni basato tutto su rinnovabili...Più che gerontocratica l'Italia è gerontofilica...Facile guardare agli stipendi a 4 zeri di qualche migliaio di di persone...Con quello che spendiamo nella scuola in 1 anno (200 miliardi), ci facciamo mircodighe e protezione dai suoli per vari decenni...Cicale e formiche...



    RispondiElimina
    Risposte
    1. I consumi elettrici rappresentano solo 1/7 di tutta l'energia utilizzata dall'uomo. Se dovessero scomparire i motori a combustione, e prendessero piede le auto elettriche, la produzione di energia elettrica dovrebbe aumentare almeno di 5 volte (i motori elettrici sono più efficienti).
      Se già adesso la rete non riesce a tenere il carico, immaginiamo quando i consumi cresceranno di 5 volte!
      Bisogna pensarci in tempo! (nel caso che si trovi il modo di produrre energia elettrica convenientemente).

      Elimina
    2. Alessandro, gli altri 6/7 non sono solo trasporti, c'è anche il calore (industriale o civile che sia);
      e comunque l'auto elettrica si carica di notte...

      Elimina
  17. E perchè non dovrebbe tenere la rete elettrica? Basta investire su quella ed eliminare i consumi eliminabili (e ce ne sono...). Inoltre la diminuzione della produzione industriale (ormai certa e inarrestabile) libererà grandi quantità di domanda. I blackout ci sono stati perchè la domanda cresce si, ma la domanda da parte di industrie, privati e illuminazione pubblica. Ci sono sttao in India, e la fornitura elettrica è razionata in gran parte del paese, ma perchè sono tantissimi e vi stanno avendo accesso solo ora.

    In fin dei conti le reti informatiche sono roba degli ultimi 20 anni, ma la rete elettrica (non la rete capillare diffusa universalmente di oggi, diciamo il concetto di produzione e trasmissione di elettricità) è una cosa che abbiamo da quasi 150 anni, ed è un sistema abbastanza resiliente. Inoltre, ad una domanda ridotta del 50-60% (scenario che prevede una "decrescita" abbastanza forte, non è dato sapere ottenuta come) si potrebbe tranquillamente far fronte con fonti rinnovabili, anche non esotiche tipo fotovoltaico, ma solare termodinamico, eolico idrico...

    RispondiElimina
  18. http://www.nepalnews.com/home/index.php/news/1/24451--10-hrs-of-power-cuts-from-saturday.html

    per limitarci al Nepal. Già qualche anno fa in Albania i distacchi programmati erano la normalità e per parecchie ore al giorno, mentre la Germania quest'ultimo inverno ha rischiato il distacco parecchie volte, come descritto mi pare proprio da Medo. Il motivo ? Rete elettrica non abbastanza resiliente, in grado di trasferire l'energia rinnovabile dai luoghi di produzione a quelli di consumo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Germania ha rischiato il black-out totale tra il 28 ed il 29 marzo 2012 (http://www.theoildrum.com/node/9205). Durante l'inverno 2011-2012, la rete elettrica tedesca ha subito interventi straordinarii un'ora ogni quattro operative, battendo il record di precarietà elettrica di molti paesi dei balcani e dell'Italia che, soprattutto al nord, ha una rete elettrica di una affidabilità invidiabile in tutta la galassia.

      Elimina
  19. C'era qualcuno che chiedeva link, qui uno sulla situazione nera prevista a breve termine in Inghilterra: http://www.thisismoney.co.uk/money/news/article-2213391/Britain-faces-possible-blackouts-higher-electricity-prices-2015-Ofgem-report-warns.html

    RispondiElimina
  20. Per chi vuole davvero soffrire, cercate "norway oil forecast 2019" con un motore di ricerca, poi selezionate la ricerca per immagini... La prima cosa che esce fuori è un mazzo di crisantemi. Qualche anima buona, magari qualche lavoratore del settore petrolifero, ci dice la verità in modo tragico e poetico. Il tasso annuale (2012) di depletion norvegese è attorno al 12% (il calo dell'export è anche più importante!) e veleggia verso il 22% nel decennio in corso. Se il tasso annuo di riduzione delle esportazioni rimanesse anche sotto al 20% annuo, mi spiegate cosa potranno esportare all'arrivo dell'anno 2020 (con questo andazzo)? Non parlo di un paesino di pescatori che esporta tre barili al giorno, ma del QUINTO paese esportatore al mondo......

    RispondiElimina